La ripartenza dell'Export Internazionale dopo l'emenrgenza COVID-19
8 Maggio 2020 / Operatività e logistica

COVID-19. Occupiamoci della ripartenza

Gli effetti economici ottenuti in seguito al blocco globale per il contenimento dell’emergenza COVID-19 saranno gravi. È fondamentale focalizzare gli sforzi per sostenere l’economia e investire in strumenti in grado di ottimizzare le attività contenendo i costi. La digitalizzazione e la creazione di ecosistemi specializzati andranno a beneficio dell’intera filiera del commercio, in particolar modo nei Paesi più colpiti dall’emergenza sanitaria.

Blockchain e resilienza

In questo momento la Pubblica Amministrazione, come le grandi aziende e le PMI, sono chiamate dalle istituzioni a trovare delle strategie per far fronte alle restrizioni messe in atto per contenere i contagi, ma proseguendo e mantenendo operativa la propria attività. È necessario mettere in pratica le corrette procedure per evitare le inefficienze esistenti all’interno della supply chain, per garantire una risposta immediata e per dare l’accelerazione necessaria alla ripartenza. Dover operare in un contesto critico come quello dell’emergenza COVID-19 ha focalizzato l’attenzione di tutto il settore del traffico merci verso una strada che stava già aprendo le sue porte: la digitalizzazione.

L’adozione di un sistema digitalizzato è un grande upgrade per l’import-export, paragonabile alla svolta avvenuta decenni fa con la standardizzazione dei container. La crisi che stiamo vivendo ha sottolineato come l’intera filiera abbia bisogno di connessioni globali più sicure, dati affidabili e di un’economia capace di sostenere dei cambiamenti importanti. La ripartenza economica sarà affidata alla digitalizzazione del commercio.

Il grafico qui sopra racconta come entro il 2030 è prevista una riduzione dei tempi di gestione della compliance nelle procedure doganali in fase di esportazione, passando da un approccio prettamente cartaceo ad uno elettronico. Secondo i dati raccolti dalla Banca Mondiale e condivisi dalla WTO (World Trade Organization) nel report del 2018, nei prossimi 10 anni assisteremo all’aumento dell’utilizzo di documenti digitali.

L’accelerazione è digitale

La WTO prevede che il calo dei costi commerciali possa essere particolarmente vantaggioso per le PMI e per le imprese dei Paesi colpiti più duramente dall’emergenza COVID-19, ma per mantenere la rotta abbiamo bisogno di un archivio condiviso a cui accedere con semplicità e in cui trovare, con immediatezza e certezza, i documenti e le informazioni che servono. Questo sarà possibile grazie alla Blockchain: l’adozione di un sistema digitale sicuro ed affidabile consentirà di contenere i costi, e grazie ad un ecosistema connesso e trasparente ci sarà maggiore fiducia, riuscendo così a ottimizzare i processi operativi.

L’implementazione della Blockchain porterà le aziende italiane non solo ad accordi formali e alla condivisione d’informazioni, ma anche a raggiungere obiettivi di business, ad assicurare l’integrità dei processi, ad evitare errori nella compliance normativa e a dare il via all’interoperabilità delle piattaforme. Per ottenere questa collaborazione tra tutte le parti, una rete coerente, condivisa e responsabile, saranno inevitabili investimenti, il cui risultato porterà le aziende ad affrontare in sicurezza l’accelerazione che seguirà all’emergenza sanitaria.

 

Le linee guida del World Economic Forum

Per raggiungere una supply chain allineata, resiliente e trasparente, che prema l’acceleratore in seguito alla pandemia, investire sull’innovazione è indispensabile. A sostegno di queste dichiarazioni, la WTO ha messo a disposizione il Blockchain Deployment Toolkit del World Economic Forum, un vero e proprio kit informativo in cui si chiarisce come la Blockchain può essere utile, sia in questa situazione che per stabilire una struttura digitale solida e a lungo termine.

Il Blockchain Deployment Toolkit è un insieme di linee guida ricavate dalle analisi effettuate su esperienze pratiche monitorate dal WEF. Un centinaio i progetti sottoposti al monitoraggio, tra cui aziende e Pubbliche Amministrazioni in più di 50 Paesi.

L’emergenza sanitaria COVID-19 ha cambiato il modo di vedere il futuro come tante altre cose che non riguardano solamente il mercato. Ci siamo adattati ad una quotidianità diversa in modo tutelarci e prevenire il contagio, e ora stiamo rivedendo e organizzando le nostre abitudini per poter convivere e contrastare il virus allo stesso tempo. Come la società, anche il commercio deve adeguarsi ed essere pronto alla ripartenza. È dovere di tutti gli individui e di tutte le aziende sfruttare al meglio le tecnologie che abbiamo a disposizione e applicare con coscienza le best practice per ridurre il rischio di sanzioni, verifiche e controlli ridondanti che rallentino la ripresa.

Fonte:
How global trade digitization could support COVID-19’s economic rebound, WEF, aprile 2020
https://bit.ly/WEF-COVID19-30-aprile-2020

Share

Hai trovato interessante questo articolo?
Rimaniamo in contatto

ACCUDIRE, la prima e unica piattaforma italiana che semplifica e velocizza i processi di export della tua Azienda nei complessi mercati internazionali.

Questo sito prevede di utilizzare determinate categorie di cookie per diversi motivi. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie utilizzati e limitarne l’utilizzo, consulta la cookie policy.